martedì 8 gennaio 2008

Ospedale: si prosegue

Dopo il successo della raccolta firme in piazza durante le festività, (oltre 1200!) prosegue il nostro percorso verso la riapertura dell'ospedale. I prossimi passi saranno degli incontri con la popolazione nelle varie frazioni durante i quali sarà illustrato con maggiore dettaglio il progetto della Casa della Salute e proseguirà la raccolta firme.

Il primo appuntamento è per giovedì 10 Gennaio a Sant'Ignazio presso i locali della parrocchia. A breve comunicheremo gli appuntamenti successivi.

Nel frattempo abbiamo già iniziato il dialogo con le istituzioni locali e regionali per rendere concrete le nostre richieste.

Vi aspettiamo numerosi, giovedì a Sant'Ignazio

9 commenti:

Nadia ha detto...

mi fa sorridere l'atteggiamento della nostra amministrazione comunale, davvero!

Certo non dico che avrebbe dovuto fare salti di gioia, ma invece di appoggiarci, di dire: ok! lavoriamo insieme per dare una soluzione a Filottrano, che fa?
Lancia critiche e polemiche e sostiene che nella nostra città, quello che richiediamo ci sia già.
Di fatto il tutto è anche facilmente verificabile facendo un salto presso il nostro ospedale e vedere in che condizioni si trova.

La raccolta firme aveva, ed ha, l'obietto di sensibilizzare l'opinione pubblica su un problema che abbiamo visto fortemente sentito dalla popolazione, e fare pressione su chi di dovere, per trovare una soluzione.
La casa della salute rappresenta una nuova modalità di organizzazione per l'assistenza socio sanitaria dei piccoli centri, e reputiamo sia una buone soluzione alle nostre esigenze.

Lasciamo da parte le polemiche e lavoriamo concretamente per dare la casa della salute a Filottrano!

Anonimo ha detto...

A me più che sorridere spaventano i toni della missiva: invadere, propagandistica, lavorare concretamente come siamo soliti fare...e chi più ne ha più ne metta. Umberto Eco farebbe bene a pensare ad una "Fenomenologia del pensiero di destra (e di sinistra)". Avrebbe poco senso, forse. Mah, certi toni e certe polemiche sono uguali dal locale al nazionale.

Anonimo ha detto...

i toni della missiva non mi spaventano affatto: sembrano piuttosto i capricci di un bambino a cui viene tolto il giocattolo,invece che una risposta seria e costruttiva ad una questione così delicata e importante come la sanità.

Questa polemica sterile, fatta di insulti e attacchi personali, piace oramai a pochi, e la serata di ieri a S.ignazio ne è stata la prova (a proposito, a mio avviso è andata benissimo: partecipazione, dibattito e livello di approfondimento della questione sono stato molto interessanti).

Proseguiamo per la nostra strada, con il nostro progetto e con i prossimi incontri con la popolazione
Nadia

Anonimo ha detto...

Condivido assolutamente quanto affermato da Nadia: i capricci del bambino abituato ad avere tutto. E' una sintesi che si addice benissimo al sindaco di Filottrano, la quale ritiene di avere la proprietà assoluta (conoscenza, soluzioni, risposte, e sopratutto facoltà decisionale)delle istanze cittadine e che non vi possono essere visioni -politiche- differenti dalle sue.
Questo atteggiamento mi fa proprio pensare che abbiamo fatto "bingo". Abbiamo trovato un nervo scoperto. E per l'obiettivo -la Casa della Salute - e per ragioni politiche...avanti a tutta forza.
Giovanni

cc ha detto...

Visto il volantino che l'Amministrazione ha inviato a tutte le famiglie, tra le altre cose con i nostri soldi, e addirittura l'organizzazione di una pubblica assemblea mi sembra che la strada sia proprio quella giusta.
Il modo di argomentare l'iniziativa è sempre lo stesso, prendersela con chi c'era prima dimenticando che sono passati quasi 9 anni che Filottrano è governata da questa gente che il paese proprio non si merita.
Io consiglierei loro la prossima volta di prendersela con Garibaldi o meglio ancora con il Papa visto che ha governato tempo fa lo stato della chiesa.
Vista la reazione adesso bisogna continuare sia con questa che con altre iniziative che siano ben visibili e che affrontino i problemi di tutta o anche di una parte della cittadinanza e presto i risultati arriveranno.
A breve fornirò informazioni su un altro obrorio che l'Amministrazione sta finendo di progettare, "la scuola materna" o meglio ancora "il carcere materna e nido".
Un caro saluto.

Anonimo ha detto...

la scuola materna credo anche io sarà uno dei prossimi, ugentissimi, argomanti da trattare.

Ps: io me la prenderei pure con i celti: secondo me sono stati loro i primi a fare la discarica a Filottrano, basti pensare a tutti i "resti" che hanno lasciato!!! ;-)
Nadia

cc ha detto...

Scusate chiaramente "obrorio" stà per obrobrio.

Nadia ha detto...

a mio avviso gli incontri con le frazioni stanno procedendo piuttosto bene, la partecipazione è discreta, e i cittadini hanno capito la nostra proposta. Che ne dite di proseguire anche la settimana prossima con degli incontri nelle zone centrali?

Anonimo ha detto...

e della assemblea di ieri che ne pensate?

certo che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire
nadia