giovedì 8 maggio 2008

Ecco il nuovo Governo


Premier: Berlusconi
Sottosegretario: Letta
Difesa: La Russa
Esteri: Frattini
Interni: Maroni
Economia: Tremonti
Giustiza: Alfano
Politiche Comunitarie: Ronchi
Semplificazione: Calderoli
Welfare: Sacconi
Attiuazione programma: Rotondi
Beni Culturali: Bondi
Riforme: Bossi
PA e innovazione: Brunetta
Politiche Giovanili: Meloni
Rapporti con le Regioni: Fitto
Infrastrutture: Matteoli
Ambiente: Prestigiacomo
Sviluppo Economico: Scajola
Rapporti con il Parlamento: Vito

Che ne pensate?

10 commenti:

MarcoF ha detto...

Il governo riflette l'identità della destra in maniera perfetta: gestione proprietaria, totale assenza di un'anima internazionale e la splendida e opulenta conservazione italiana del presente. Una domanda frivola: ma cosa c'entra la Prestigiacomo con l'Ambiente?

Anonimo ha detto...

e perchè la carfagna con le pari opportunità?
n.

Anonimo ha detto...

Alla prima domanda non so dare una risposta. Alla seconda direi: è una donna, questo è il classico ministero rosa.
Ele

Anonimo ha detto...

ma non basta essere donna per stare alle pari opportunità

forse bisogna avere anche qualche dote in più
nadia

paolo ha detto...

Nella lista mancano 3 ministri: Luca Zaia (Politiche Agricole); Mariastella Gelmini (Istruzione e Università) e proprio quella Mara Carfagna (Pari Opportunità) che pure è stata citata nei commenti.
Il giudizio dipende dai punti di vista. Nell'ottica del Presidente del Consiglio è una compagine ottima: a parte un paio di personalità decenti (ma fra queste non metto Tremonti dato che non trovo motivazioni per salire sul carro dei rivalutatori di Mr. CondonoCreativo - soprattutto visto che negli ultimi anni ha detto tutto e il contrario di tutto) per il resto è una pattuglia di portaborse yesmen (e yeswomen, ma poche) che non muoveranno foglia che "dio" non voglia. Perché, in fondo, con le elezioni stravinte e con il parlamento tutto per sé, Berlusconi avrebbe dovuto complicarsi la vita con qualche ministro che avrebbe potuto lasciarsi talvolta scappare qualche idea propria?
Se il punto di vista è quello del bene del paese, non saprei. Mi verrebbe da dire che è la premessa della definitiva decadenza. Ma in fondo potrebbe anche essere il contrario (anche la decandenza può essere la conseguenza di un punto di vista): Berlusconi con questo governo ha risposto alla richiesta del Paese che è quella di avere un "uomo solo al comando", l'uomo della provvidenza, che ci pensi lui a fare quello che gli pare. E se Berlusconi dà agli italiani quello che vogliono loro, chi di noi ha il diritto di dire che sta facendo male? "E' la democrazia, bellezza!"

Nadia ha detto...

quando ho un pò di tempo aggiungo i ministri mancanti....eh eh
mi son sfuggiti
N.

Anonimo ha detto...

Chissà quando finiremo d'ingoiare veleno...Ho perso il conto degli anni. Maroni ministro dell'interno...Il ministro della pubblica istruzione? Carneade? Se penso che abbiamo avuto Casati, De Sanctis e Croce e... Giovanni Spadolini, mi prende una tale tristezza...
Cerco di prenderla con filosofia, ma non ci riesco.
Guido

GIOSER ha detto...

Mi sembra un governo da....CIRCO !C'è anche un NANO che saltella da una parte all'altra,c'è la MUMMIANANA e non dimentichiamo la.....VELINA.Chi di voi ricorda il CIRCO TAKIMIRI?
GIOSER,faraone della III dinastia,da SAQQARA.

un povero ragazzo comunista in un paese ignorante come filottrano... ha detto...

Vi siete ricordati di comprare la vasellina...??Io per mia fortuna si...ne ho comprata a bidoni...tanto lo sapevo che i prossimi sarebbero stati 5 anni lunghi e difficili...!!Per questo dobbiamo ringraziare il 30 e passa % (ora non ricordo bene in quanti hanno condannato l'Italia) degli elettori italiani che hanno brillantemente votato per Belzebù...ehm no scusate...Berlusconi...!!Da non sottovalutare però sono anche quelli che hanno scelto di porre la loro croce (che poi si è trasformata anche nella NOSTRA croce) sul simbolo di lega nord...!!Grazie a queste saggie decisioni ora il nostro ex bel paese è comandato da persone che trovano divertente indossare magliette con vignette satiriche su l'Islam...eh si pechè finchè si tratta di FARE satira allora va tutto bene...ma quando capita di essere vittima della satira allora mandano il concerto del 1°maggio (evento notoriamente di sinistra) in differita di 20 minuti...in modo tale da tagliare le parti indesiderate...!!Questo si che è il popolo DELLA LIBERTà...!!Si si...da ora in poi hanno la libertà di fare il cazzo che gli pare!!
Quello che mi incuriosisce è sapere chi li vota...?!Sentendo i telegiornali...parlando con le persone...leggendo interviste sui giornali...Solo un paio di volte ho sentito di persone che l'hanno votato veramente...!!Quindi le cose sono due...: o non lo vota nessuno e le elezioni sono veramente truccate (anche se le vittime questa volta sarebbero quelle accusate di aver fatto altrettanto alle scorse elezioni); oppure la gente che lo vota appena uscita dal seggio ed aver consegnato la scheda elettorale capisce immediatamente che ha fatto una cazzata...ma ormai è tardi e non ammette i suoi errori in pubblico!!
Beh...in sostanza preparatevi a prenderlo nel culo...preparatevi a dividere l'Italia...preparatevi a diventare una federazione di regioni come gli U.S.A. sono una federazione di stati...preparatevi a farvi inculcare il terrore per gli immigrati...preparatevi a vedere tutte le tasse abbassate...però preparatevi anche a chiedervi...MA DOPO I SOLDI DOVE CAZZO LI PRENDONO PER FARE TUTTO QUELLO CHE CI HANNO PROMESSO??!!
Quindi...giù i pantaloni...ORMAI NON SI TORNA INDIETRO!!

nadia ha detto...

stamattina a Omnibus, nei 5 minuti in cui facevo colazione, un esponente della maggioranza (I'm sorry ma non ho la minima idea di chi fosse!) sollecita addirittura l'intervento dell'esercito contro gli immigrati!

ve li immaginate i carroarmati per il centro storico di filottrano? elicotteri che sorvolano la città, i paracadutisti, militari ad ogni angolo, che altro potremmo chiedere per la nostra sicurezza?

Poi chissenefrega se l'80% della violenza sulle donne avviene in casa da parte di mariti e parenti,
e ogni giorno c'è almeno un morto lavoro. Ma queste emergenze pare non tocchino nessuno, almeno fino a quando le televisioni del nostro "caro" presidente non decideranno (ovviamente per tornaconto personale) di farle diventare "vere" emergenze per tutto il popolo di sua proprietà.

Nadia