martedì 15 aprile 2008

GRAZIE. 12.092.998 persone hanno creduto nel PD


"Grazie a tutte le elettrici e gli elettori – ha detto Veltroni – che hanno dato fiducia alla sfida nuova del Partito Democratico. E' importante che queste elezioni si siano svolte con un alto numero di votanti. Abbiamo migliorato il risultato dell'Ulivo nel 2006 sia al Senato sia alla Camera, dove ci ha premiato maggiormente il voto dei giovani".

“Oggi – ha concluso Veltroni – il riformismo italiano può contare su una forza politica che si aggira intorno al 35% dell'elettorato. Oggi il riformismo italiano può pensare a se stesso con forza ed energia. Siamo la più grande forza di rinnovazione riformista che questo Paese abbia mai avuto”.

Questi invece i risultati di Filottrano

CAMERA /SENATO
SINISTRA CRITICA: 30-32
PER IL BENE COMUNE: 32
ABORTO?NOGRAZIE: 33
P.COMUNISTA DEI LAVORATORI: 33 -32
PARTITO DEMOCRATICO: 2.114 - 1.968
DI PIETRO IDV: 307 - 256
LA SINISTRA . L'ARCOBALENO: 120-112
LA DESTRA: 291 - 218
UDC: 458-440
LEGA NORD: 158-148
PDL: 2.377 - 2248
FORZA NUOVA: 80
PARTITO SOCIALISTA: 20 - 18
UNIONE DEMOCRATICA DEI CONSUMATORI: 19

18 commenti:

Nenos ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
PD Filottrano ha detto...

eliminato il solito virus

Anonimo ha detto...

n

michele f ha detto...

Cari amici,
mi affianco al Vostro entusiasmo sperando in un rinsavimento della Lega e che sappia soprattutto ritrovare un po' di sana umiltà nei confronti del PD e di tutta l'opposizione.Ci sono questioni, come l'Europa, l'immigrazione e altro in cui i suoi comportamenti e il suo linguaggio è stato, ad usare un eufemismo, poco umano e poco istituzionale!Ancora,che fine farà il welfare state, la scuola, la ricerca e la "giustizia" tout court?
What to say: we trust in our God!!!!

pensatore libero ha detto...

Percentuali voti per la camera a Filottrano:

PDL 39,15
PD 34,82
UDC 7,54
IDV 5,05
DESTRA 4,79
LEGA N 2,60
SA 1,98
FN 1,32
ALTRI 2,74

Filottrano si conferma un comune ampiamente di centro destra.

Anonimo ha detto...

Ha vinto il centro destra e su questo siamo d'accordo. Sull'ampiamente avrei da ridire.

nadia ha detto...

faccio un pò la spocchiosa....
sulla home del sito del pd
www.partitodemocratico.it
hanno pubblicato un mio intervento.

eh eh
nadia

Michele ha detto...

Caro pensatore libero Ti sarei grato se,logicamente, mi motivassi le Tue riflessioni statistiche con le mie. Che Filottrano si sia mostrato nuovamente di centro destra non é una novità!!Perlomeno per me.Un ordinamento "democratico", quando effettivamente lo é, prevede che ci sia una polivocità di voci e di colori!!Io ho solamente manifestato un disagio, o meglio la speranza che un partito come la lega non incappi in quella modalità o prassi politica che Toqueville chiamava e definiva "Tirrannia della maggioranza".Per riportare l'Italia all'altezza degli altri stati europei è necessario che alcuni politici re-indossino panni istituzionali, che sappiano dialogare civilmente e che adottino una postura degna e aderente al ruolo che investono. Ti assicuro che qui a Bruxelless non godiamo di ottima fama, specie il veterano e noto Berlusconi. In molti mi hanno detto we don't trust in Berlusconi. He don't a good political men!!

Nadia ha detto...

Ciao Michi,
come sono state viste queste elezioni dal Belgio?
Il risultatao è quello che è (a Filottrano abbiamo però migliorato un pochino rispetto al 2006).
Il che significa che dobbiamo darci un sacco da fare.
Della lega sono preoccupata anche io anche perchè non mi piace sottovalutare certi atteggiamenti e dichiarazioni, è stato fatto nel passato e le conseguenze non sono state sempre leggere.

pensatore libero ha detto...

Caro Michele, visto che mi hai chiamato in causa torno a rispondere. La mia era solo un resoconto matematico sul risultato qui a Filottrano, che non non si discosta molto dal dato nazionale.
Per quanto riguarda le preoccupazioni sulla lega, puoi sicuramente tranquillizzare i tuoi amici belgi che qui si continua a vivere bene e non ci sono rischi di tirannie di maggioranze, anzi la sensazione che si prova è quella di un ottimismo che da decenni non si provava.
Ottimismo perchè finalmente gli italiani si sono dati un parlamento nuovo con poche, ma ben rappresentative, forze politiche.
Ottimismo perchè ora il nuovo esecutivo potrà governare tranquillamente senza l'assillo di dover verificare la fiducia dopo ogni provvedimento.
Ottimismo perchè ora i NO sempre e comunque dei pseudo ambientalisti che hanno frenato la nostra crescita non ci saranno.
Ottimismo perchè è stata sconfitta quella deriva Zapaterista etico-sociale dove l'Italia si stava incanalando a rischio dei valori che sono sempre stati fondanti qui da noi.
E quest'ultimo direi che è stato il motivo principale per cui gli italiani hanno mandato a casa i rimasugli del vecchio comunismo.
Inoltre a quelli di Bruxelles fagli sapere che gli italiani sono fieri di essere entrati ufficialmente nella terza repubblica.

Michele ha detto...

Dear free thinker,
trovo buona e simpatica la Tua capacità di solleccitare controrisposte.Anzitutto tengo a precisare che non solo i miei amici belgi diffidano della politica berlusconiana, ma anche quelli europei e non.Sul Tuo affermare che l'Italia sia in buona salute mi spiace affermarlo, ma è una Tua bufala. Alcuni giorni fa l'OCSE ha "numericamente" dimostrato che il nostro paese è in declino e che il vertice massimo è stato toccato proprio nel quinquennio 2001-2006. Proprio nel governo Berlusconi. Non sono favole, ma fatti concreti. In addition an authoritative source as The Economist has wrote that Mr Berlusconi is "unfit". Inadatto a governare!! Secondariamente, dici che gli italiani,ma è più corretto dire,una parte del popolo italiano, si é dato un nuovo parlamento con poche ed efficaci forze politiche.Non sono un politologo, ma a me sembra che questa sia stata una adeguazione al "riformismo" del neo Partito democratico.Ancora. Addossi agli ambientalisti la sola causa della recessione dimenticando che la situazione sia molto complessa e congiunturale.Il ricorso alla fiducia fu dovuto anche e soprattutto ad una legge elettorale concepita per creare instabilità e improduttività deliberativa.Non so che età Tu abbia, ma Ti ricordo che i totalitarismi sono, viva iddio, tramontati e consegnati alla storia.Parli di valori fondanti,ma come al solito non spieghi che tipi di valori. Forse anche Tu, come il vetero Tremonti, ti riferisci ai valori giudaico-cristiani?Ti ricordo che il "nichilismo" non è figlio del governo zaparetiano,ma della modernità e che i valori giudaico-cristiani non sono gli unici valori ad orientare il nostro agire. L'Europa é senz'altro figlia della cultura cristiana, ma non dobbiamo dimenticare che vi siano state la cultura classica e illuministica. Questione complessa e che potrebbe essere approfondita in altra sede.Da ultimo, parli a nome di tutti gli italiani,ma anche qui ometti un particolare, come Ti ho già detto c'é una parte,seppur minoritaria, che non si riconosce e non vuole riconoscersi nel nuovo Establishment.Stop.
Have you a nice night!!

pensatore libero ha detto...

Caro Michele, anche tu stimoli il contraddittorio, quando dico che qui si continua a vivere bene non mi riferivo alla realta economica che è ovviamente difficile (anche se addossare le colpe al quinquennio 2001/2006 mi sembra sinceramente ridicolo e superficiale in un epoca di globalizzazione)ma era vista in chiave ironica considerando che a dispetto di come ci vogliono descrivere all'estero siamo un popolo molto libero di fare e di pensare senza per questo scomodare i spettri di totalitarismi che è vero da noi sono stati consegnati alla storia ma sono presenti ancora in realtà comuniste e in regioni a forte integralismo islamico. Ma questa è un'altra storia.
Per quanto riguarda le cause della recessione in italia, io non ho assolutamente detto che la sola causa sono gli ambientalisti, anche perchè ci vorrebbero libri per elencare tutti i colpevoli. Tuttavia certi temi frenati dalla politica "verde" dei governi di centrosx come Tav, Ponte e ritorno al nucleare farebbero da volano al rilancio dell'economia nazionale.
E da ultimo i valori, certo che mi riferivo ai valori giudaico-cristiani che per la nostra cultura le nostre tradizioni sono per noi imprescindibili, poi tutti gli altri di tradizione classica e illuministica si potranno affiancare ma mai sovrapporre.

Michele ha detto...

Dear friend,
ti ostini a sostenere che l'Italia sia un paese libero, in cui il "fare" e il "pensare" siano diritti consolidati. Sul pensare non ho alcun dubbio. Hai perfettamente ragione e ci vorrebbe che cosi' non fosse. Sul "fare" avrei forti e temuti dubbi!!!Ci sono diritti civili ancora ianadempiuti.Uomini che non riescono a realizzarsi come persona. Credo che il riconoscimento della diversità e quindi dell' altrui dignità sia una prassi, ancora,ampiamente disattesa.Ovviamente non solo in Italia. Qualche tempo fa ho avuto la fortuna di attended an important met with the philosopher Martha Nusbaum. Do you know?Questa grande e importante filosofa della contemporaneità,peraltro assai ascoltata da uomini politici e di fede cattolica,sostiene che uno Stato sia effettivamente democratico qundo da voce e capitolo alla realizzazione della persona. Nel nostro stato italiano ci sono, a me pare, diverse categorie di persone, che non sto qui a citare,non ancora sufficientemente "riconosciute". Per troppo tempo i grandi della Terra hanno misurato la ricchezza di un paese sulla base della crescita produttiva, meglio noto con il diminutivo Pil. E'giunta l'ora,invece, di misurare essa sulla base del riconoscimento della dignità della persona la quale non conosce colore, sessualità,orientamento sessuale e politico!!Ovviamente non tutto è concesso alla scienza, vi sono dei divieti etici oltre i quali non si puo' andare,ma il trattare l'altro sempre come un fine e mai come mezzo resta la regola aurea.La regola che fa di uno stato uno stato "civile".In riferimento ai totalitarismi parli da persona risentita,ma Ti ricordo che proprio Tu hai tratto un sospiro di sollievo con la caduta del governo uscente.Se ben ricordo dici che finalmente vi siete liberati dai rimasugli dei comunisti.Ora, o Ti contraddici, o non fai attenzione a cio' che sostieni.In terzo luogo trovo,per usare un eufemismo,gravoso il fatto che Tu sostenga che la realizzazione di alcune opere pubbliche debba essere fatta a discapito del nostro patrimonio ambientale. Tu che dici che i valori sono trapassati altrove e che come tali vanno e debbono essere recuperati!!Ti ricordo che anche l'ambiente ha una sua egregia dignità e che il rispetto di esso non soltanto ci é dovuto perchè é qualcosa che ci é stato "donato", ma oltretutto é con il riconoscimento di esso che ci di-sponiamo sul meridiano del rispetto e tutela delle future generazioni!!Come vedi, o Ti contraddici, o Ti dimentichi, o cosa più probabile la fede per un certo orientamento politico Ti conduce ad ignorare il problema!!

Dumuro ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
pensatore libero ha detto...

Caro Michele, ti rispondo sinteticamente anche perchè non vorrei addentrarmi in una materia ostica come la filosofia, and I'm sorry, but I dont't know the philosophy of Martha Nusbaum.
Io non parlerei di categorie di persone non sufficientemente riconosciute, penso che l'individuo qui in Italia sia ben tutelato e lasciato libero alla propria iniziativa, certo che questa iniziativa andrebbe maggiormente tutelata ma non in chiave assistenzialista come è stato fatto fino ad ora ma dovrebbero essere garantite uguali basi di partenza poi i valori e il merito faranno si che ognuno si ritagli un posto in base alle proprie esperienze e capacità.
Per quanto riguarda l'ambiente non ho mai detto che la realizzazione di alcune opere pubbliche debba essere fatta a discapito del nostro patrimonio ambientale. Non vedo contraddizioni tra amore per l'ambiente e opere pubblice o il nucleare. Al contrario l'uomo è stato donato di fede e ragione proprio per far convivere il progresso scientifico con il rispetto del creato.
Purtroppo i mass media oggi fanno passare solo le idee di un certo tipo di ambientalismo perchè fanno comodo alla politica, ma io ti invito anche a visitare il sito www.cristianiambiente.org dove potrai vedere che quel "donato" è rispettato anche facendo delle scelte utili per il progresso dell'uomo.
Saluti e buona giornata.
Gianni

Michele ha detto...

Caro Gianni, grazie per il suggerimento. Quanto prima visiterò il sito.
Have you a good time!!

MarcoF ha detto...

RIALZATI ITALIA:


http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/esteri/berlusconi-mima/6.html

Anonimo ha detto...

Mi sa, cari democratici, che siamo andati fuori tema. L'Italia non ha risorse naturali (materie prime ed "energetiche"), ma ha il terzo debito pubblico planetario e la criminalità meglio organizzata del globo; al Sud, in alcune zone, manca l'acqua. I vecchi sono troppi e i giovani sono troppo vecchi. La classe politica è vecchiotta anch'essa. La gente comune ha paura: dell'uomo nero, della propria ombra. Chi ha figli da istruire e genitori anziani da accudire si trova veramente nei guai. La politica italiana (ovviamente anche il Partito Democratico)dovrebbe dare risposte a questa situazione complessiva, non rosea, abolendo le parole virtù, sacrificio, dovere? Non esiste a mia memoria Repubblica che sia sopravvissuta a simile amputazione. Anzi ho la sgradevole senzazione che si parli d'altro perché ci mancano le forze per affrontare, con coraggio, i sacrifici che la situazione impone. Preferiamo le tette e i culi della televisione commerciale. Guido Carletti