mercoledì 20 aprile 2011

IL PD SUL CONSIGLIO COMUNALE DEL 5 APRILE















Pubblichiamo il comunicato inviato alla stampa locale

FILOTTRANO – Martedì 5 aprile, nel chiuso di un’aula praticamente vuota, si è consumata la solita triste sceneggiata di un consiglio comunale il cui divieto di ripresa e trasmissione (per una sciagurata decisione della maggioranza), contribuisce al crescente disinteresse dei cittadini per la politica e le istituzioni. Disinteresse per altri versi comprensibile, stante la completa mancanza di contenuti di un rito che un sindaco, sempre più disinteressato ai propri amministrati, officia ormai stancamente solo per l’impossibilità tecnica di eluderlo.
Eppure gli argomenti all’ordine del giorno erano importanti, si parlava infatti di bilanci, di opere pubbliche e di tariffe.

Il bilancio è l’esatta rappresentazione contabile di una amministrazione priva di qualunque idea e di qualunque visione prospettica del futuro di Filottrano – commenta Gianfranco Giretti capo gruppo di Progetto Filottrano -  dunque totalmente “vuoto”. Se non fosse che attraverso la sua approvazione si è proceduto sulla via dell'appalto all'esterno del servizio mense e si è perpetuata l'inerzia che vede le strade del territorio filottranese sempre più impraticabili. Per non parlare del capitolo opere pubbliche, tutte ormai “prescritte” per la troppo lunga permanenza in un elenco che difficilmente vedrà mai la luce e certamente non quella del 2011. Ma la questione che più ci ha lasciati di stucco – aggiunge il consigliere Giovanni Morresi -  è l’aumento della TIA. Un +16% che la maggioranza di centrodestra filottranese non è stata in alcun modo in grado spiegare. Con l'unica scusante della raccolta differenziata (sulla cui necessità nessuno obietta), il sindaco Coppari, cui avevamo chiesto un minimo di analisi, ha incredibilmente (o semplicemente) ammesso che nessun amministratore del comune di Filottrano si era premurato di andare a verificare il Piano Finanziario dell'ente gestore. Se nemmeno con un obbligo di legge, quale l'approvazione della Tariffa Rifiuti da parte del Comune, i nostri amministratori si preoccupano di intervenire, abbiamo la sensazione che la superficialità e la incapacità di questa amministrazione abbia raggiunto il suo apice. Altro che nessun aumento tariffario!!

11 commenti:

daniela ha detto...

Visto come vanno le cose ho paura di chiedervi che fine ha fatto l'ascensore del Comune...
Potete rispondermi, nonostante tutto?
Comunque grazie per il vostro impegno.
Buona Pasqua a voi e famiglie
Guido Carletti

Anonimo ha detto...

Ciao Guido, buona Pasqua a te e Daniela.
Bisognerebbe sentire i consiglieri comunali...ti terremo informato.
Ele

PD Filottrano ha detto...

Contraccambiamo gli auguri, per l'ascensore chiedo a Gianfranco e ti faccio sapere

gianfranco ha detto...

L'ascensore è previsto nel piano opere pubbliche per il 2011. Il finanziamento è arrivato nel 2010, incamerato in cassa e speso per pagare altri lavori. Visto lo stato del progetto temo sia difficile possa realmente essere realizzato quest'anno. State comunque certi del nostro impegno. Provvederemo a ricordarlo all'amministrazione tutte le volte ci sarà possibile.

gianfranco ha detto...

Nel consiglio comunale di mercoledì 27 aprile l'assessore alle finanze, Pasquini, ha messo l'ascensore fra le opere che verranno fatte nel 2011. Staremo a vedere.

Anonimo ha detto...

Spero proprio che Nunzio Pasquini abbia ragione e che il centro sinistra filottranese possa reclamare la sua parte di merito (non fosse stato per noi, a quest'ora...).
Grazie
Guido Carletti

Anonimo ha detto...

e piazza Dante con il mercato coperto a che punto sono ?

Anonimo ha detto...

Il mercato coperto è praticamente VENDUTO !!!! il Resto del palazzo con vari sottorifugi vedrete che sarà venduto alla Cassa Rurale.

Anonimo ha detto...

Senza neanche tanti sotterfugi! La cassa rurale si è resa complice di questa amministrazione nel sottrarre piazza delle erbe ai filottranesi!

Anonimo ha detto...

comè possibile che un bene patrimoniale dei filottranesi venga venduto, per fare cosa !
Di solito si vende per fare cassa e allo stesso tempo le casse sono vuote.

Anonimo ha detto...

...tra poco i filottranesi si faranno scippare pure i giardini comunali...